Archivi tag: Me Myself And I

Impazzirò per lei.

A volte mi sveglio solo per ascoltare musica. In camicia da notte esulto silenziosa con le cuffie alle orecchie che mi tengono lì come un guinzaglio e la musica che non mi lascia andare mai, e come smanio.

Pubblicato in Ascolti | Contrassegnato , , | 2 commenti

Una palla gialla in mezzo a uno sfondo azzurro non è il massimo della ricerca artistica, ciò nonostante la mia anima fluttuava.

Ieri ho dipinto. Ancora non è pronto.

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , | 1 commento

Et voilà, c’erano le flessioni.

Ieri ho visto un uomo che faceva le flessioni. L’ho guardato, era un bell’uomo. Il mio oroscopo dice che giugno sarà l’ultimo mese complesso e che poi comincerà una nuova vita. Dice anche che a giugno dovrò cercare di essere … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Invocations.

Ogni mattina mi alzo e lotto contro i demoni, e cerco di gridare abbastanza forte da chiamare gli angeli. Demoni, andate via. Angeli, venite, restate. È tutto nella mia testa ed è tutto nel xxx mondo esteriore, materiale. Testa, apriti. … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose., Pain. | Contrassegnato , , | 6 commenti

E non parla.

Il mio umore a volte è come una pianta. Ché non parla e non si sa, e tu le chiedi, ma cosa vuoi, più acqua, meno acqua, più luce, meno luce?

Pubblicato in Le mie cose., Letture, Scrivere ancora. | Contrassegnato | 2 commenti

Io chi? Fake, pseudonimi e The Drift.

“Voglio dire” diceva Bukowski, “potrei essere chiunque, che importanza ha? Che cosa c’è in un nome?” Io adesso, qui in radio, non lo so cosa c’è in un nome perché ho sempre fatto le cose sotto altri nomi. Poi però … Continua a leggere

Pubblicato in Ascolti, Le mie cose., Radio: The Drift | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

I will be a beautiful flower.

I feel like a bulb. I’m so excited about blooming. So scared about this warm air, outside. The “Outside”. Who knows. I feel I believe in a world out there. I do like the smell of the soil, of the … Continua a leggere

Pubblicato in English writing, Le mie cose., No pain. | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Automagone a vetri.

Inoltre pensavo, povera la mia vena creativa, in compagnia di un’arteria storta. 

Pubblicato in Le mie cose., Pain. | Contrassegnato | Lascia un commento

Questo è un post molto personale.

Sono felice. È colpa di un sacco di gente.

Pubblicato in Ascolti, Le mie cose. | Contrassegnato , , , , , | 3 commenti

Mentre mi dedico con cura e amore a rimandare tutte le cose.

Oggi. Ho desiderato che fosse già il primo giorno di settembre per scrivere i buoni propositi e rileggerli in continuazione. Ho pedalato veloce fino a casa e appena sono arrivata su e mi sono affacciata alla finestra ho visto che … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ah, mi sono ricordata del futuro!

Sì, puoi compiere mille anni tutti gli anni, ma finché sei in grado di far chiacchiere su “quando un giorno saremo famosi poi parleranno di noi e diranno ah ma quei due prima di diventar famosi facevano questo e quello” … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

4 marzo.

4 marzo. Oggi un anno che vivo a Berlino. E allora, Berlino, meine liebe, amata mia freevola e poetica Stadt, oggi ti faccio un regalo. Vorrei portarti fuori a cena. Vorrei portarti fuori in gita. Oh, Berlino, Berlino mia, amore, vorrei portarti tanto al … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Le mie cose. | Contrassegnato , | Lascia un commento