Archivi tag: La vita

Sarebbe bello.

Qualche minuto passato online a controllare i prossimi concerti nella città in cui ci troviamo adesso. Lui chiede (Coso), vogliamo controllare se viene in concerto quel tipo che ascoltavo sull’Ipod in aereo? Ma chi?, lo guardo negli occhi, lui che … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Forse mi servono 100 bottiglie di Porto Ferreira. (Per Saramago)

“Il viaggiatore avanza, come nella vita, in una miscela di progetto e casualità di mete decise e digressioni inattese che portano ad altri luoghi; si inganna sulla strada, torna indietro, salta fiumi e torrenti; è incerto su cosa visitare e … Continua a leggere

Pubblicato in Letture | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Lisboetario #3

Mi trovo alla fermata dell’autobus. Pochi minuti e arriva. Prima di entrare cerco il biglietto nella borsa, perdo qualche minuto. Ci sono altre persone che devono salire, sento la loro presenza, posso attardarmi nella ricerca. Ma no, non posso. Perché … Continua a leggere

Pubblicato in Lisboetario | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

L’ultima prima. Ché non è la prima del film di Dee Rees.

Oggi cade la prima neve dell’inverno a Berlino, e io penso, è l’ultima prima neve, per me. Ci sono delle cose che dobbiamo dirci, io e te, bloggino, che ci sentiamo così poco, così poco poco, di recente. Ché poi … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Visioni | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Prova a strofinarla contro la suola delle scarpe, prova a soffiarci sopra, agitala, agitala.

La vita a volte è un poco come una penna che scrive male. Certo, ci si innervosisce un po’, ma che fai, non scrivi?

Pubblicato in Scrivere ancora. | Contrassegnato | 4 commenti

E non sei morto. (questa cosa della vita)

Tu telefoni e non lo sai chi ti risponderà, ché abitano tutti insieme. Resti là, con la cornetta in mano, e aspetti. La vita è così. Le emozioni, i sentimenti, vivono tutti insieme, e sono organizzati anche un po’ a … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato | Lascia un commento

Dammi un la. Anzi, dammi un sol.

Poi c’era questo mio amico stamattina che diceva, io mi pensavo che quest’anno non so perché ma il sole non se ne andava, l’estate rimaneva, e ormai quella roba di alternare le stagioni faceva parte di un vecchio modo di … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Tondi e magnifici come i seni.

Quasi ogni giorno per andare a lavoro passo dal parco, con la bici. A volte sono in anticipo, ma così in anticipo che mi sdraio sull’erba fresca finché non arriva un po’ di ritardo, allora mi rimetto in bici e … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Le cose nascoste in banca che basterebbe rilegare.

Ho finalmente aperto un conto in una banca tedesca. Ho vissuto a Berlino per più di due anni andando in giro con un conto italiano, sì. Non è una cosa che si nota, quindi uno può rimandarla. Tra l’altro le … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , | 1 commento

Poi ogni tanto mi fermo.

Poi ogni tanto mi fermo e penso che, qualsiasi cosa accada, la musica classica mi salverà la vita.

Pubblicato in Le mie cose., No pain. | Contrassegnato , | 2 commenti

Nei giorni passati a scrivere.

Nei giorni passati a scrivere c’erano i supereroi che piangevano mentre tu non li guardavi, aspettavano il momento giusto e poi tac, giù di lacrimoni. Poi c’era un museo con le sale piene di alberi dove si poteva ballare, come … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose., Pain., Scrivere ancora. | Contrassegnato , , , | 4 commenti