Tag Archives: Citazioni

Bufalino, così.

“Gli alcioni costruiscono i loro nidi in forma di palla e non lasciano in essi che una fessura sottile, in alto; li mettono sulla spiaggia del mare, e li fanno così solidi e impermeabili che, pur quando siano sorpresi dalle … Continue reading

Posted in Le mie cose., Letture | Tagged , , , | Leave a comment

Eterotopie, eterocronie ed eteroglaciologie alla parata omosessuale di Berlino. (con Michel Foucault, ma non c’entra)

La domenica tu ti svegli e hai combinato tante di quelle cose che poi ti viene in mente Michael Foucault. Per quell’idea delle eterotopie, luoghi non-luoghi contrapposti alle utopie, “connessi a tutti gli altri spazi ma in modo tale da … Continue reading

Posted in Le mie cose., No pain., Scrivere ancora. | Tagged , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Segrob siul egroj, e quelli che hanno scritto prima di noi.

Non mi piace ricordare personaggi nell’anniversario della loro morte ma ci sono alcune persone che se potessi ricorderei ogni giorno, e dunque oggi io vorrei ringraziare e celebrare il mondo per aver creato un uomo come lei. Le do del … Continue reading

Posted in Le mie cose., Letture, Scrivere ancora. | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Se tu pensavi, che poi, ecco, scordatelo.

“Non c’è guida, non c’è maestro, non c’è nessuno che vi dica cosa fare.” Jiddu Krishnamurti

Posted in Le mie cose. | Tagged , | 3 Comments

Una frase ispirante che ho ascoltato dentro un video molto bello visto stamattina mentre cercavo la mascherina alla lavanda per gli occhi che mi ha cucito mia madre ma non l’ho trovata e quindi mi sono alzata ad un orario un po’ curioso che si è però rivelato essere il momento giusto per vedere questo video e sentire questa frase ché poi era già (in)scritta e confessata nel titolo del video ma non la capisci fino in fondo finché non lo vedi per intero. Esattamente, credo, come tutto il resto delle cose.

“Ti è piaciuta la tua storia?”

Posted in Le mie cose. | Tagged , , , | 2 Comments

Am I John Fante?

“To write one must love, and to love one must understand.” “Per scrivere bisogna amare, e per amare bisogna capire.” Rileggere John Fante è come aspettare la primavera insieme, io e Bandini.

Posted in Le mie cose., Letture, Scrivere ancora. | Tagged , , , , | Leave a comment

Tagliando Kurt.

“And I asked myself about the present: how wide it was, how deep it was, how much was mine to keep.” “E io m’interrogai sul presente: quanto fosse vasto, quanto fosse profondo, quanto fosse mio.” Kurt V., Mattatoio n. 5 … Continue reading

Posted in Le mie cose., Letture | Tagged , , | Leave a comment

L’errare impossibile.

“Senza la musica la vita sarebbe un errore.”  Friedrich Nietzsche

Posted in Le mie cose. | Tagged , | Leave a comment

Cose che sospettavo da sempre.

“I lettori sono personaggi immaginari creati dalla fantasia degli scrittori.” Achille Campanile

Posted in Scrivere ancora. | Tagged , | Leave a comment

Poi dici, darsi all’ippica. John Steinbeck, guru del lunedì.

“La professione di scrivere libri fa apparire le corse dei cavalli un’attività solida, stabile.” 

Posted in Scrivere ancora. | Tagged , | Leave a comment

E mi acquieti la luce, mi accendi la quiete.

Se hai visto l’alba, allora quella giornata non ti tradirà. Lo so, non può. Uno dei più grandi poeti italiani definiva l’amore così: il vero amore, diceva, è una quiete accesa.  Queste parole qui le ho lette che ancora c’era la neve. … Continue reading

Posted in Le mie cose., Letture | Tagged , , , | Leave a comment

Ma certi fiori son fuori di testa. Qualcuno di voi conosce Stanislaw Jerzy Lec?

Ma certi fiori, ma sono matti, a fare quel profumo lì, che si diventa scemi, si cammina per le strade e sembra di stare in giro tutti nudi e gocciolanti, da quanto è imbarazzante l’ebbrezza che c’è.   “La gente … Continue reading

Posted in Le mie cose., Letture | Tagged , , , | Leave a comment