Archivi tag: Berlino

Run, sun, George.

Sole grande di Berlino, stai pensando la stessa cosa che penso io? E come se gli ultimi vent’anni non fossero mai trascorsi e con il furore adolescenziale a tratti intatto in me, io, quando mi sento così, invoco George Harrison. … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Capodanno, sinossi.

I tetti d’artificio a Berlino, due donne francesi che si infilano il mio boa rosso sotto i vestiti e poi per voglia di rubarlo giurano di non averlo mai visto, e io che poi ho trovato 30 euro per strada, … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , | Lascia un commento

Tema: l’avvicinarsi dell’inverno. Berlin, 2 dicembre 2014

L’avvicinarsi dell’inverno mi prende in giro i sensi. L’altro giorno stavo pedalando, e mentre pedalavo felice e immortale una sensazione mi prende al cuore, e mi guardo il cuore, o mi guardo il mantello all’altezza del cuore. Matta, pensavo, sei … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., No pain. | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Quelle cose che leggo, tra queste cose da scrivere.

Mi piace riportare le frasi, le parole, le cose. Mi piace metterle qui, quelle cose che leggo, tra queste cose da scrivere. Mi piace che poi voi le leggete, e magari vi sentite toccati nello stesso punto dove mi sono … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Le mie cose. | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

Lisboetario #1

Insomma in sintesi ho lasciato Berlino. Qualche settimana fa al Babylon Mitte, a Berlino, cinema cool nonostante si trovi in capo al mondo, cioè fuori da Kreuzberg, ho visto Alejandro Jodorowsky. Intendo proprio l’immenso Alejandro Jodorowsky. Ha presentato il suo … Continua a leggere

Pubblicato in Visioni | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

L’ultima prima. Ché non è la prima del film di Dee Rees.

Oggi cade la prima neve dell’inverno a Berlino, e io penso, è l’ultima prima neve, per me. Ci sono delle cose che dobbiamo dirci, io e te, bloggino, che ci sentiamo così poco, così poco poco, di recente. Ché poi … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Visioni | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

I nostri occhi.

In tedesco si dice intensiv, e spiega quello che voglio dire meglio di intenso. Perché io mi sento gettata qui (gettatezza, Heidegger, etc etc)  in un ammaestramento intensivo, costretta a vivere non solo intensamente bensì intensivamente, sottoposta a trattamenti esistenziali … Continua a leggere

Pubblicato in Letture, Pain. | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Bombardamenti, e poi sipario. Applausi.

Ieri sono andata al teatro, ché tutte le volte che ci vado penso che dovrei andarci più spesso, al teatro, perché lì ti obbligano a stare zitto e il parlare ti si riposa sulle labbra, e ti bombardano di concetti, … Continua a leggere

Pubblicato in Visioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il ghiaccio, il buco, il legno vecchio.

Oggi ho camminato sul canale ghiacciato, e un amico ha detto, se si rompe il ghiaccio e si scivola giù nell’acqua gelata è importante non perdere il senso dell’orientamento e ritrovare il buco. Io lì per lì ho pensato, forse … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Le mie cose. | Contrassegnato , , | 3 commenti

Eterotopie, eterocronie ed eteroglaciologie alla parata omosessuale di Berlino. (con Michel Foucault, ma non c’entra)

La domenica tu ti svegli e hai combinato tante di quelle cose che poi ti viene in mente Michael Foucault. Per quell’idea delle eterotopie, luoghi non-luoghi contrapposti alle utopie, “connessi a tutti gli altri spazi ma in modo tale da … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose., No pain., Scrivere ancora. | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Das ist mir ein böhmisches Dorf.

“Questo per me è un quartiere boemo”. Che sarebbe un modo per dire di un posto quello che noi in italiano, quando vogliamo dire la stessa cosa di una teoria, di una lingua o del comportamento di un ex, per esempio, … Continua a leggere

Pubblicato in Berlin., Le mie cose. | Contrassegnato , , , , | 6 commenti

La Germania, il possibilismo e l’osmosi.

Ho comprato un balsamo per capelli biondi. L’offerta era tale che non potevo rinunciare e sul momento mi son dimenticata di non essere bionda. Però vivo a Berlino, magari alta e bionda lo sono diventata ma non lo so ancora … Continua a leggere

Pubblicato in Le mie cose. | Contrassegnato , | 1 commento