Category Archives: Visioni

La testa fuori.

È bello essere qui. Io e il mio ginocchio bruttino per questi giorni dobbiamo restare a letto. Immobili, entrambi. “Insieme al computer e a tanti libri da leggere”, mi sembra che abbia detto il medico. Advertisements

Posted in Letture, No pain., Pain., Visioni | Tagged , , , | 1 Comment

Lisboetario #1

Insomma in sintesi ho lasciato Berlino. Qualche settimana fa al Babylon Mitte, a Berlino, cinema cool nonostante si trovi in capo al mondo, cioè fuori da Kreuzberg, ho visto Alejandro Jodorowsky. Intendo proprio l’immenso Alejandro Jodorowsky. Ha presentato il suo … Continue reading

Posted in Visioni | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

L’ultima prima. Ché non è la prima del film di Dee Rees.

Oggi cade la prima neve dell’inverno a Berlino, e io penso, è l’ultima prima neve, per me. Ci sono delle cose che dobbiamo dirci, io e te, bloggino, che ci sentiamo così poco, così poco poco, di recente. Ché poi … Continue reading

Posted in Berlin., Visioni | Tagged , , , , , | Leave a comment

Bombardamenti, e poi sipario. Applausi.

Ieri sono andata al teatro, ché tutte le volte che ci vado penso che dovrei andarci più spesso, al teatro, perché lì ti obbligano a stare zitto e il parlare ti si riposa sulle labbra, e ti bombardano di concetti, … Continue reading

Posted in Visioni | Tagged , | Leave a comment

L’andare a dormire, Kanjano e Franco Matticchio. Voce del verbo matticchiare.

Oggi grazie a Kanjano, uomo dalla matita magica, ho scoperto Franco Matticchio.Dovevo andare a letto ma ho temporeggiato. Per fare questa scoperta, immagino. Matticchio, hai visto? Ci siamo incontrati oggi, ché mi sembrava che quelli dicevano “io matticchio, tu m … Continue reading

Posted in Le mie cose., Visioni | Tagged , , , | Leave a comment

Qualcuno deve gridare.

“Qualcuno deve gridare che costruiremo le piramidi, non importa se poi non le costruiremo, bisogna alimentare il desiderio. Dobbiamo tirare l’anima da tutte le parti come se fosse un lenzuolo dilatabile all’infinito.” — Tarkovskij, a emozionare.

Posted in Le mie cose., Visioni | Tagged , | 3 Comments

“Mandala, A Music Palindrome”. A fitting response, ovvero: non te lo so spiegare però vieni a vedere.

In questo post c’è più di quanto io non sappia spiegare. Perché non mi intendo né di armonia, né di fisica, né di astronomia. E’ anche vero che il mio compito qui non è quello di spiegar cose, sennò avrei … Continue reading

Posted in Ascolti, Le mie cose., Visioni | Tagged , , | 4 Comments

There’s a bluebird in my heart. And I’m happy.

Qualche mese fa su questo blog ho (tra)scritto queste parole qui. Oggi ho scoperto questa cosa qui:  Che l’ha fatta lei. E ne sono felice. 

Posted in Le mie cose., Letture, Visioni | Tagged , , , , , | Leave a comment

Come quel giorno Mario Giacomelli firmò per il possibile.

I – Anche tu sei un appassionato di blu e nero, vedo. – Ché la gente dice che insieme non stanno bene, e invece… – Eh, infatti, altroché. – Sh. – Shh. Siamo dentro, Willy Brandt Haus. Oggi espongono le … Continue reading

Posted in Le mie cose., Visioni | Tagged , , , , , , , | 1 Comment

Spencer Tunick e chi sono gli umani.

L’ha fatto di nuovo. Ha radunato centinaia di persone, stavolta sul Mar Morto. Poi, via i vestiti. E a scattare le foto, naturalmente, ci pensa lui.

Posted in Le mie cose., Visioni | Tagged , | 4 Comments

Mamma, il mio fidanzato è in televisione, si chiama Giorgio Gaber.

Sono in Italia, e ho visto Giorgio Gaber in tv. Su Raidue, coi miei genitori. Ché loro Gaber non lo conoscono bene. E io ero emozionata, che mi sentivo un po’ come se stessi facendo conoscere il mio fidanzato in … Continue reading

Posted in Ascolti, Le mie cose., Visioni | Tagged , | 1 Comment

La moltitudine è santa.

Ieri sono andata ad una mostra stupenda e ho visto una foto stupenda e accanto alla foto stupenda c’era appesa una cornice con un foglio dentro in cui erano scritte delle cose, e la foto era stata scattata ad Haiti … Continue reading

Posted in Le mie cose., Visioni | Tagged , | Leave a comment