Author Archives: Anüz Allen

TO DO LIST.

My aim in this life in this moment my big aim is go to bed and know that when I wake up I have just one thing one only thing to do on my to-do-list: light the candle. Advertisements

Posted in Berlin., English writing, Le mie cose., No pain., Poetry | Tagged , | Leave a comment

Remember, remind, rewind.

Sometimes I feel the Magical everywhere. I bike and the wind is magical, the traffic lights are only green, glances become still like doors to walk. You have clothes on and feel naked. You’re in silence and feel singing. Everything … Continue reading

Posted in English writing, Le mie cose. | Tagged | Leave a comment

P#1

Wake up kiss cup miss perform the rituals get the things done meet some beauties breath the sun walk the streets cook and eat and behind beyond all these things inside all these things a vast wild profound evident permanent … Continue reading

Posted in English writing, Le mie cose., Poetry | Tagged , | Leave a comment

Da anni e per sempre, per ora. E di Eubulide che probabilmente aveva un bel sorriso.

E tu per così dire mi hai lasciato qua a risolvere questa cosa da sola. Per sempre. Anche se come si fa a dire per sempre, dato che un giorno potresti rispuntare e potremmo risolverla, ovvero capirla, insieme. Se c’è un mucchio … Continue reading

Posted in Le mie cose. | Leave a comment

Non è vuoto ciò che è vuoto.

Oh, è da un anno che non scrivo qui. Così tanto che ci ho messo tre minuti a ricordarmi come si faceva ad aprire una pagina bianca. La pagina bianca, che a me piace assai, assai, e dondolo la testa … Continue reading

Posted in Le mie cose. | 2 Comments

E anche oggi suoni qui.

Anche se sono passati dieci giorni. Non so bene quali lacrime dovevo versare, ma di sicuro ce ne sono ancora. E lui sta riuscendo a farne sbocciare tante, tutte insieme, rapide, ripide. Come germogli, sgorgano. Non so a chi o a cosa assomigliasse, per … Continue reading

Posted in Ascolti, Le mie cose., Pain. | Tagged , , , , | Leave a comment

Michael Kiwanuka and the salvation.

I usually exaggerate. It is because of the language, because of the wonder. It is wonder’s fault. My life is a wonder ocean with cheese sandwiches on the shore. My life is wonderful because yesterday I was in Kiwanuka show and I … Continue reading

Posted in Ascolti, English writing, Le mie cose. | Tagged , , , , , | Leave a comment

Mi regalo un post.

Nel senso che poi lo scrivo, intanto me lo regalo. Un post di compleanno, magari riesco a scriverlo nel post-compleanno. Per iscritto possiamo parlarci meglio. Tanti auguri.

Posted in Le mie cose. | 3 Comments

Andare a vederli.

Oggi pensavo, non credo di aver mai visto dei cervi. Dei cervi liberi, intendo, in un bosco. È già da un po’, che siamo annegati dentro gli schermi, vero? E i cervi succedono altrove. Penso sia arrivato il momento di mettermi … Continue reading

Posted in Voglie | Leave a comment

Si chiama Radiolario, abbiamo fatto cose per tutta l’estate e ancora non ve l’avevo detto ma lasciatemi spiegare e soprattutto: stay tuned!

Mi conoscete. Tra le altre cose blogger e music lover, scrivo per The roost da un bel po’ di anni, per That’s All Folks!, The Drift e le Sunset Sessions. Mi piace questa cosa della radio. Per un po’ l’avevamo interrotta, adesso è di nuovo … Continue reading

Posted in Ascolti, Le mie cose., Radio: Radiolario, Radio: Sunset Sessions | Tagged , , , , , | Leave a comment

A Settembre si ha bisogno di poesia. Piccoli annunci di Wislawa Szymborska.

Le foglie si guardano l’un l’altra con gli occhi spalancati. Che bella sorellanza dev’essere, quella tra foglie! È Settembre, e qui da me questo Settembre è stato appena istituito mese della poesia. “CHIUNQUE sappia dove sia finita la compassione (immaginazione … Continue reading

Posted in Le mie cose. | Tagged , , , , | Leave a comment

Radio radio radio!

Amici, siamo di nuovo alla radio. Al solito: io scrivo, lui legge, loro ci ascoltano, voi ci ascoltate. Voi ci ascoltate? Dai. Dai ché la radio is beautiful. Vado e torno. Quando torno ve lo racconto meglio.

Posted in Radio: Radiolario | Tagged , , , , , | Leave a comment