Run, sun, George.

Sole grande di Berlino, stai pensando la stessa cosa che penso io?

E come se gli ultimi vent’anni non fossero mai trascorsi e con il furore adolescenziale a tratti intatto in me, io, quando mi sento così, invoco George Harrison.

Orsù, Signore Stampelle, andiamo a correre come matte per la città, con gli occhiali da sole uguali a George e il corpo smodato che ricerca una dignitosa coordinazione tra la gamba bella, la gamba brutta e le vostre gambe farlocche, insomma andiamo a correre come matte per la città con la velocità con cui corrono i neonati, o i bisnonni, o gli ubriachi, ma noi che c’importa, noi il correre ce l’avremo negli occhi, vedrete, vedrete.

Geoglasses

Advertisements
This entry was posted in Le mie cose. and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s